Marzi Firenze agli Oscar con 'La Grande Bellezza' - Consorzio Il Cappello di Firenze
Il Consorzio "Il Cappello di Firenze" é stato costituito nell'ambito dell'Associazione degli Industriali della Provincia di Firenze nel 1986. Associa le principali aziende del settore, eredi dell'antica lavorazione della paglia che ha avuto nella zona di Signa la sua massima espressione a partire dalla fine del 1800 fino ai giorni nostri.
consorzio, cappello, firenze, paglia, signa, made in italy
21877
post-template-default,single,single-post,postid-21877,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.7,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive
Marzi Firenze agli Oscar con 'La Grande Bellezza'

Marzi Firenze agli Oscar con ‘La Grande Bellezza’

Marzi Firenze mette in agenda un importante appuntamento

Il marchio fiorentino specializzato nella produzione di cappelli donna e cerimonia ha partecipato alla Notte degli Oscar 2014 attraverso le scene de La Grande Bellezza. Marzi Firenze ha infatti collaborato alla realizzazione dei costumi del film di Paolo Sorrentino che si è aggiudicato il titolo di miglior film straniero, dopo essere stato selezionato nella cinquina dei film in lingua straniera candidati alla statuetta ai Golden Globe e ai Bafta inglesi.
Appuntamento parallelo, i cappelli Marzi Firenze indossati nella pellicola cinematografica sono anche esposti nell’ambito del Film Festival “Los Angeles Italia” diretto da Pascal Vicedomini. Un’esposizione dei costumi disegnati dalla costume designer Daniela Ciancio inaugurata il 23 Febbraio all’interno del Chinese Theatre di Los Angeles.
Quella che è stata definita dalla stampa americana “una Dolce vita ai tempi del web” è un storia che accompagna lo spettatore attraverso lo spaccato di una società in bilico tra la vita e il nulla che l’attraversa. Le bellezze artistiche e architettoniche di una città meravigliosa e decadente fanno da sfondo al protagonista viveur Jep/Toni Servillo e ai personaggi che ruotano intorno a lui, tra fatua mondanità e una cultura che resiste al tempo.
Tra queste scene, le ampie panoramiche delle visite alla città, le feste mondane e le cerimonie nei verdissimi giardini romani, la sapienza artigianale dei cappelli Marzi Firenze concorre a rivestire i personaggi femminili di una bellezza atemporale e di un’eleganza che quasi non ci sono più. Quelle creazioni si possono ammirare nella pellicola candidata agli Oscar e acquistare nelle più belle vetrine del mondo: da Melegari a Milano all’Antica Cappelleria Troncarelli di Roma, da Harrods a Londra e Neiman Marcus negli USA, all’esclusiva boutique di Parigi Franck et Fils.
É infatti una storia antica quella della famiglia Bargioni-Marzi, che inizia nel 1926 quando Spartero Bargioni si trasferisce da Firenze a Parigi per imparare l’arte del cappello. Al suo ritorno, la grande casa di famiglia di Campi Bisenzio diventa sede produttiva del marchio di cappelli da donna Marzi Firenze. Le due figlie contribuiscono con impegno allo sviluppo organizzativo e stilistico della società e, durante gli anni Cinquanta, sposano i due fratelli Marzi dando inizio a una storia di eleganza senza tempo.
Grazie ad un’autentica passione tramandata, nel giro di pochi anni l’azienda diventa una delle prime realtà in questo settore e, ancora oggi, i cappelli sono fatti con quella paglia fiorentina usata allora per completare le mise delle giovani dame inglesi arrivate in Toscana durante l’epoca dei Grand Tour.

Notte degli Oscar
febbraio 2014

www.marzi.com



Download: